Forno per la pizza portatile
Il forno per la pizza da usare in macchina
30 giugno 2009
Featured Video Play Icon
David dopo il dentista: il video che spopola sul web
2 luglio 2009
Mostra tutto

Fatalità, la parodia macabra di Sincerità di Arisa

Featured Video Play Icon

Lei la conosciamo tutti: si chiama Arisa (soprannome di Rosalba Pippa, nome che fa già sorridere un sacco) ed è stata classificata al primo posto delle nuove proposte con la canzone Sincerità. “Sincerità, adesso è tutto così semplice, con te che sei l’unico complice di questa storia magicaaa”: si tratta di un vero e proprio tormentone estivo che non accenna a placarsi.

Le parodie, come potevamo immaginare, sono arrivate quasi immediatamente. Tra le tante prese in giro di Sincerità, si è subito distinta Fatalità dei Gem Boy: un testo un po’ macabro e un interprete maschile con la voce da donna rendono questa parodia davvero imperdibile. Ecco a voi il video e il testo, nel seguito dell’articolo, per farvi quattro risate.

Fatalità,

morire in fondo è così semplice:
basta schiantarsi contro un salice
e la tua vita finirà.

Fatalità,

un alimento intollerabile,
un’allergia inconsapevole,
e punti dritto all’aldilà.

Adesso stai bene, è vero,
ma in un attimo sei al cimitero.
Arrabbiarsi non c’è ragione:
non arrivi alla pensione
perché ti si ferma il cuore.
“Dottore, dottore, dottore!”
E’ un attimo distrarsi,
mortalmente ferirsi,
ed io prendo già le misure
e voi, siete proprio sicure
di aver chiuso il gas?
E’ un attimo il trapass…
magari andate a dormire…
che bel modo per morire!!

Fatalità,

morire in fondo è così semplice:
incontri un cane poco docile
che il tuo collo addenterà.

Fatalità,

un cemento imprevedibile
in una palazzina instabile
e tutto quanto crollerà.

Uscite con gli amici,
adesso siete felici,
sembra tutto normale…
poco dopo sei orizzontale!
Tranquillo, capita a tutti,
inutile fare progetti;
anche tu, mio caro bambino,
attento a quel furgoncino!

Fatalità,

schiacciato da dei mezzi agricoli,
restare sotto i loro cingoli
puntando dritto all’aldilà.

Fatalità,

scappare è davvero inutile:
ti basta esser consapevole
che la tua ora arriverà.
Non so come, ma arriverà.
Non so quando, ma arriverà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *